Photo Outtakes

Outtake #10

©sferrando_10
Il regista russo Andrei Tarkovskij sosteneva che se “l’ambientazione commuove gli autori stessi risvegliando in essi dei ricordi e suscitando delle associazioni, sia pure le più soggettive, una certa speciale emozione viene trasmessa anche allo spettatore”. Minor White, in una ipotetica tavolata di specialisti dello sguardo, aggiungerebbe che “Lo stato mentale del fotografo quando crea è simile ad uno spazio vuoto. Potrei aggiungere che questa condizione esiste solo in momenti speciali, cioè quando sta cercando immagini. (…) E’ un tipo speciale di spazio vuoto: è uno stato mentale veramente molto attivo, molto ricettivo, pronto ad afferrare un’immagine in un attimo, senza avere, però, ogni volta un’immagine preformata a cui riferirsi. (…) Il fotografo proietta sé stesso in tutto quel che vede, identificandosi con ogni cosa per conoscerla e sentirla meglio. Raggiungere un tale stato mentale vuoto richiede fatica, forse disciplina”. Io, che in una tavolata del genere potrei fare solo il cameriere ed origliare, aggiungerei che solamente se si è provato con ogni fibra di sé stessi questo stato di grazia si comprende appieno la fatica e la dedizione che vengono richiesti. E’ qualcosa che va oltre il voler realizzare la “bella foto”: è voler realizzare un’immagine del proprio esistere in quel momento in quel frammento di mondo. Relativamente facile quando lo si fa per le proprie ricerche, molto più arduo quando lo si deve fare anche per lavoro: arduo, ma irrinunciabile. Tornando a Tarkovkij, la foto di oggi è una di quelle che in virtù di ciò che evoca mi smuove e mi commuove. Spero che parte di questa emozione trasudi e raggiunga chi la vede.

ps: consiglio la lettura di “Scolpire il tempo”, libro in cui Tarkovskij raccoglie le sue riflessioni sulle potenzialità e sull’estetica dell’arte cinematografica, ma non solo.

buy posters and art prints

Questa voce è stata pubblicata il marzo 20, 2012 alle 16:07. È archiviata in fotografia, outtakes con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Outtake #10

  1. “è voler realizzare un’immagine del proprio esistere in quel momento in quel frammento di mondo.”
    Più che chiaro ed esaustivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: